X

Glossario

ABI

Associazione Bancaria Italiana.

Addebito diretto

Con l'addebito diretto il cliente autorizza un terzo (beneficiario) a richiedere all'intermediario il trasferimento di una somma di denaro dal conto del cliente a quello del beneficiario. Il trasferimento viene eseguito dall'intermediario alla data o alle date convenute dal cliente e dal beneficiario. L'importo trasferito può variare.

Arbitro Bancario Finanziario (ABF)

Indica un organismo autonomo e imparziale al quale i clienti possono rivolgersi in caso di controversie con intermediari in materia di operazioni e servizi bancari. L’Arbitro Bancario Finanziario può decidere sulle controversie di valore fino a 100.000 euro, se il cliente chiede una somma di denaro; senza limiti di importo, in tutti gli altri casi.

ATM

Indica gli sportelli automatici delle banche o di soggetti autorizzati dove è possibile effettuare operazioni self service utilizzando una carta eventualmente associata al conto di pagamento.

Autenticazione

Si intende una procedura che consente al prestatore di servizi di pagamento di verificare l’utilizzo di uno specifico strumento di pagamento, inclusi i relativi dispositivi personalizzati di sicurezza

BCE

Acronimo di Banca Centrale Europea, è la banca centrale di riferimento per la zona euro, cioè per l’insieme dei 19 paesi dell’Unione Europea che hanno adottato la moneta unica. La BCE ha come compiti principali la gestione dell’euro e il mantenimento della stabilità dei prezzi. Guida la politica economica dell’UE per favorire la crescita e l’occupazione. Ha sede a Francoforte, in Germania.

Beneficiario

Si intende il destinatario dei fondi oggetto dell’operazione di pagamento.

Bonifico - SEPA (Sepa Credit Transfer)

Con il bonifico l'intermediario trasferisce una somma di denaro dal conto del cliente a un altro conto, secondo le istruzioni del cliente, verso paesi SEPA.

Bonifico - extra SEPA

Con il bonifico l'intermediario trasferisce una somma di denaro dal conto del cliente a un altro conto, secondo le istruzioni del cliente, verso paesi non-SEPA.

CAB

Acronimo di Codice di Avviamento Bancario. Consente di individuare in modo univoco lo sportello e la località dell'intermediario dove è stata effettuata una determinata operazione. Si tratta di un numero a 5 cifre: alcune di queste identificano il codice del comune, altre invece lo sportello bancario.

Chiusura della Giornata Operativa

Orario di una giornata operativa nel quale è interrotta l’ordinaria attività di un intermediario.

Cliente

Qualsiasi soggetto, persona fisica o giuridica, che ha in essere un rapporto contrattuale o che intenda entrare in relazione con l'intermediario.

Cliente al Dettaglio

Indica i consumatori, le persone fisiche che svolgono attività professionale o artigianale; gli enti senza finalità di lucro; le microimprese.

Consumatore

Indica la persona fisica che agisce per scopi estranei all’attività imprenditoriale, commerciale, artigianale o professionale eventualmente svolta. “Consumatore” si intende la persona fisica di cui all’art. 3, comma 1, lett. a), del d.lgs. n. 206/2005 (Codice del Consumo).

Conto di pagamento

indica qualsiasi conto detenuto da uno o più utilizzatori presso un prestatore di servizi di pagamento per l’esecuzione di operazioni di pagamento.

Contratto quadro

Il contratto che disciplina la futura esecuzione di operazioni di pagamento singole e ricorrenti e che può dettare gli obblighi e le condizioni che le parti devono rispettare per l’apertura e la gestione di un conto di pagamento.

CVV

Acronimo di Card Validation Value, è un codice di sicurezza ulteriore per gli acquisti online con carte di credito, prepagata o debito internazionale abilitate. Si tratta di una combinazione numerica di tre cifre impressa sul retro della carta.

Data Valuta

Indica la data di riferimento utilizzata da un prestatore di servizi di pagamento per gli addebiti/accrediti su un conto di pagamento.

Dispositivo

Indica gli apparecchi elettronici di tipo mobile (telefono cellulare, smartphone, tablet, computer portatile) nella esclusiva disponibilità del cliente che, se dotati dei requisiti, permettono al cliente stesso, interagendo con le applicazioni mobili messe a disposizione dall'intermediario medesimo, di effettuare operazioni di natura informativa e/o dispositiva, nonché di fruire di servizi specifici.

Documento di Sintesi

Indica il documento che riporta in maniera personalizzata le condizioni economiche pubblicizzate nel foglio informativo relativo allo specifico tipo di servizio prestato al cliente.

E.E.A. European Economic Area o Spazio Economico Europeo

Indica gli Stati dell’Unione Europea con l’aggiunta di Norvegia, Islanda e Liechtenstein.

Euro

Indica la moneta avente corso legale nell’area dell’euro.

F24

Modulo che l’Agenzia delle Entrate mette a disposizione dei contribuenti per il pagamento di alcune imposte e alcuni contributi. Tra le molte voci di pagamento tramite modello F24 troviamo le principali imposte sui redditi (quali Irpef e Ires), i tributi relativi agli immobili (IMU, Tari e Tasi), oltre a Iva e Irap. All’interno dell’F24 è possibile anche compensare eventuali crediti fiscali. Il modello F24 può essere presentato in forma cartacea, presso tutte le banche, gli uffici postali o gli uffici di Equitalia, dai non titolari di partita IVA, solo se gli importi calcolati sono inferiori ai 1000 euro e non vi sono compensazioni. Per i titolari di partita IVA e in tutti gli altri casi, è obbligatorio il pagamento telematico.

Fast Claim

Modulo che può essere utilizzato dal cliente di un intermediario per aprire una contestazione su movimenti non riconosciuti sulla propria carta. Tale modulo deve essere compilato con la segnalazione dettagliata degli importi contestati e poi inviato all'intermediario secondo le modalità indicate.

FID o Documento Informativo sulle Spese (“Fee Information Document”)”

Documento che riporta tutte le spese che il consumatore è tenuto a pagare in relazione ai servizi collegati al conto di pagamento più rappresentativi a livello nazionale, indicati con la terminologia standardizzata europea e inclusi nell’elenco pubblicato dalla Banca d’Italia.

Foglio Informativo

Indica il documento che riporta informazioni sull'intermediario, sulle condizioni e sulle principali caratteristiche dei servizi prestati al cliente contenente anche il documento di sintesi.

Fondi

Si intendono banconote e monete, moneta scritturale e moneta elettronica così come definita dall’art. 1, comma 2, lett. h-ter, del d.lgs. 1° settembre 1993, n. 385 e s.m.i..

Giacenza

Somma di denaro presente su un conto di pagamento o su un libretto di risparmio. Particolare importanza assume il concetto di giacenza media, sia per calcolare il tasso di interesse alla fine di un dato periodo contabile, sia per compilare correttamente il modello ISEE.

Giornata operativa

Indica qualsiasi giorno feriale in cui l'intermediario e i suoi uffici sono regolarmente aperti e forniscono servizi alla clientela e in cui l'intermediario può regolare le operazioni di pagamento (come di seguito definite) sul sistema interbancario.

Giorno lavorativo

Si intende quando la Borsa Italiana è aperta.

Giroconto

Trasferimento immediato di fondi tra due conti con un medesimo intestatario, presso il medesimo intermediario.

Home Banking

Insieme di servizi offerti dall'intermediario che permettono al cliente di effettuare operazioni online mediante collegamento telematico.

Identificativo Unico

Combinazione di lettere, numeri o simboli che il prestatore di servizi di pagamento indica all’utente di servizi di pagamento e che l’utente deve fornire al proprio prestatore di servizi di pagamento per identificare con chiarezza l’altro utente del servizio di pagamento e/o il suo conto di pagamento per l’esecuzione di un’operazione di pagamento. Ove non vi sia un conto di pagamento, l'identificativo unico identifica solo l'utente del servizio di pagamento.

IBAN

Acronimo di International Bank Account Number, è il codice numerico che identifica univocamente un conto di pagamento a livello mondiale. L’IBAN viene definito secondo standard internazionali ed è composto da una combinazione di lettere e numeri che indicano in sequenza il Paese dove il conto è stato sottoscritto, il codice di controllo, l'intermediario, la filiale di riferimento e il numero progressivo di conto. In Italia l’IBAN conta 27 caratteri.

Intermediari

I prestatori di servizi di pagamento.

M.A.V.

Acronimo di Mediante AVviso, è una procedura interbancaria standardizzata di pagamento per il saldo di un credito. Utilizza un bollettino prestampato che contiene il nominativo del debitore, l’importo da versare, la causale e la scadenza entro la quale effettuare il pagamento. E’ in genere utilizzato da grandi organizzazioni come scuole e università o dagli amministratori di condominio. Il pagamento può avvenire allo sportello bancario, presso gli uffici postali o anche per via telematica.

MasterCard

Circuito internazionale che permette di effettuare pagamenti elettronici usando carte di credito, carte di debito e carte prepagate. È uno dei circuiti di pagamento più grandi al mondo e comprende anche la rete Cirrus/Maestro.

Mezzi di comunicazione

Si intendono il telefono, il telefono cellulare, lo smartphone, il tablet, il telefax, il personal computer, il modem, la rete internet e la posta elettronica.

Micro-impresa

Si intende l’impresa che, al momento della conclusione del contratto, possiede i requisiti previsti dalla raccomandazione 2003/361/CE della Commissione Europea del 6 maggio 2003, ovvero, i requisiti individuati con decreto del Ministro dell’economia e delle finanze attuativo delle misure adottate dalla Commissione Europea ai sensi dell’art. 84, lett. b), Direttiva 2007/64/CE.

Mobile Banking

Insieme di servizi offerti dall'intermediario che permettono al cliente di effettuare operazioni online, mediante dispositivi mobili, tipicamente smartphone o tablet.

Offerta fuori sede

L’offerta (ossia la promozione, il collocamento, la conclusione di contratti relativi a operazioni e servizi bancari e finanziari) svolta in luogo diverso dalla sede o dalle dipendenze dell’intermediario.

Operazione di pagamento

L'attività, posta in essere dal pagatore o dal beneficiario di versare, trasferire o prelevare fondi, indipendentemente da eventuali obblighi sottostanti tra pagatore e beneficiario.

Ordine di pagamento

Qualsiasi istruzione data da un pagatore o da un beneficiario al proprio prestatore di servizi di pagamento con la quale viene chiesta l'esecuzione un’operazione di pagamento.

Orario Limite

Indica gli orari di una qualsiasi giornata operativa oltre i quali l'intermediario può considerare un ordine di pagamento come ricevuto nella giornata operativa immediatamente successiva a quella in cui tale ordine è effettivamente ricevuto.

One Time Password (o “Codice OTP”)

Nota anche come “password usa e getta”. E’ formata da un codice composto da lettere e numeri generato in automatico, ha una durata di 30 secondi ed è utilizzabile per un singolo accesso o una singola transazione. L’OTP viene inviata tramite messaggio SMS, e-mail o notifica e offre agli utenti ancora maggiore sicurezza alle loro transazioni online, poiché non può essere riutilizzata una seconda volta.

Pagatore

La persona fisica o giuridica detentrice di un conto di pagamento che autorizza l'ordine di pagamento a partire da detto conto di pagamento o, in mancanza di conto di pagamento, una persona fisica o giuridica che dà l'ordine di pagamento.

P.I.N. (Personal Identification Number)

Nelle carte di pagamento, il P.I.N. è utilizzato per effettuare operazioni di prelievo e pagamento tramite sportello automatico ATM e POS sui circuiti domestici e/o internazionali.

Prestatore di Servizi di Pagamento (PSP in acronimo)

Uno dei seguenti organismi: istituti di moneta elettronica e istituti di pagamento nonché, quando prestano servizi di pagamento (ivi inclusa l'emissione di moneta elettronica), banche, Poste Italiane s.p.a., la Banca centrale europea e le banche centrali nazionali se non agiscono in veste di autorità monetarie, altre autorità pubbliche, le pubbliche amministrazioni statali, regionali e locali se non agiscono in veste di autorità pubbliche.

PSD e PSD 2

Indicano, rispettivamente, la Direttiva 2007/64/CE del 13 novembre 2007 e successiva 2015/2366/CE relative ai servizi di pagamento nel mercato interno dell’Unione Europea. Le predette disposizioni sono state attuate nell’ordinamento interno con il D. Lgs. n. 11, del 27 gennaio 2010 e s.m.i..

POS

Acronimo di Point Of Sale, è un’apparecchiatura elettronica installata presso i negozianti tramite cui è possibile effettuare pagamenti utilizzando carte di pagamento.

RAV

Acronimo di Ruoli mediante AVviso, è una tipologia di bollettino utilizzata dai concessionari che trattano la riscossione di somme iscritte a ruolo, cioè gli importi dovuti da soggetti debitori che a seguito di controlli e accertamenti vengono iscritti in particolari liste (dette ruolo). Il RAV viene utilizzato, per esempio, per pagare le sanzioni dovute per violazioni del codice della strada.

Reclamo

Indica ogni atto con cui un cliente, chiaramente identificabile, contesta in forma scritta (per esempio lettera, fax, e-mail) all'intermediario un suo comportamento o un’omissione.

Saldo contabile

Il saldo contabile rileva la differenza tra le operazioni registrate a credito e quelle registrate a debito: solitamente coincide con quanto riportato a fine mese nell’estratto conto e viene fornito in ordine di data. Nel saldo contabile vengono registrate anche le scritture contabili relative ad operazioni con valuta successiva alla chiusura del conto di pagamento.

Saldo disponibile

Somma disponibile sul conto di pagamento, utilizzabile dal cliente.

SEPA

Acronimo di Single Euro Payments Area (Area Unica dei Pagamenti in Euro), cioè l’area in cui i cittadini, le imprese, le pubbliche amministrazioni e gli altri operatori economici possono effettuare e ricevere pagamenti in euro, sia all’interno dei confini nazionali che fra i Paesi che ne fanno parte, secondo condizioni di base, diritti ed obblighi uniformi, indipendentemente dalla loro ubicazione all’interno della SEPA. L’area SEPA è composta dagli Stati membri dell’Unione Europea, dagli Stati dell’EFTA (European Free Trade Association), cioè Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Svizzera.

Servizio di informazione sui conti (in acronimo AISP)

Servizio online che fornisce informazioni relativamente a uno o più conti di pagamento detenuti dall’utente di servizi di pagamento presso un altro prestatore di servizi di pagamento o presso più prestatori di servizi di pagamento.

Servizio di disposizione di ordine di pagamento (in acronimo PISP):

Servizio che dispone l’ordine di pagamento su richiesta dell’utente di servizi di pagamento relativamente a un conto di pagamento detenuto presso un altro prestatore di servizi di pagamento.

Servizio CBILL

Servizio che consente di consultare e disporre il pagamento di bollette e avvisi di pagamento emessi da aziende private e Pubbliche Amministrazioni che sono convenzionate con le banche/istituti del consorzio CBI (Customer to Business Interaction).

Servizio di Pagamento

Indica, più in generale, le seguenti attività svolte su base attiva o passiva:
1) servizi che permettono di depositare il contante su un conto di pagamento nonché tutte le operazioni richieste per la gestione di un conto di pagamento;
2) servizi che permettono prelievi in contante da un conto di pagamento nonché tutte le operazioni richieste per la gestione di un conto di pagamento;
3) esecuzione di ordini di pagamento, incluso il trasferimento di fondi, su un conto di pagamento presso il prestatore di servizi di pagamento dell’utilizzatore o presso un altro prestatore di servizi di pagamento:
- esecuzione di addebiti diretti, inclusi addebiti diretti una tantum;
- esecuzione di operazioni di pagamento mediante carte di pagamento o dispositivi analoghi;
- esecuzione di bonifici, inclusi ordini permanenti;
4) esecuzione di operazioni di pagamento quando i fondi rientrano in una linea di credito accordata ad un utilizzatore di servizi di pagamento:
4.1) esecuzione di addebiti diretti, inclusi gli addebiti diretti una tantum;
4.2) esecuzione di operazioni di pagamento mediante carte di pagamento o dispositivi analoghi;
4.3) esecuzione di bonifici, inclusi gli ordini permanenti;
5) emissione di strumenti di pagamento e/o convenzionamento di operazioni di pagamento;
6) rimessa di denaro;
7) servizi di disposizione di ordini di pagamento (PISP);
8) servizi di informazione sui conti (AISP);
9) emissione di moneta elettronica così come definita dall'art. 1, lettera h - ter), del T.U..

Sistema di pagamento

O “Sistema di scambio, di compensazione e di regolamento” si intende un sistema di trasferimento di fondi con meccanismi di funzionamento formali e standardizzati e regole comuni per il trattamento, la compensazione e/o il regolamento di operazioni di pagamento.

SOF o Riepilogo delle spese (“Statement Of Fees”)

Documento periodico che riassume tutte le spese sostenute dal consumatore nel periodo di riferimento; riporta il numero delle operazioni effettuate, suddistinte per categoria e comprende l’ammontare complessivo delle spese addebitate e quello parziale relativo a ciascun servizio.

Stato Membro

Stato appartenente all’Unione Europea.

Strong Customer Authentication ("Autenticazione Forte")

Procedura di accesso rafforzata alle operazioni di disposizione di pagamento o di accesso ai dati sensibili che le riguardano mediante il ricorso, in aggiunta al codice utente e alla password personale di accesso, di una ulteriore password O.T.P..

Strumento di Pagamento

Indica qualsiasi dispositivo personalizzato e/o insieme di procedure concordate tra il cliente e l'intermediario, di cui si avvale il cliente per dare all'intermediario un ordine di pagamento.

SWIFT

Codice assegnato dalla Society for Worldwide Interbank Financial Telecommunication che identifica univocamente un intermediario ed è necessario per effettuare bonifici internazionali. Attribuito sulla base dello standard ISO 9362, è chiamato anche codice BIC (Bank Identifier Code) ed è composto di una stringa di 8-11 cifre.

Supporto Durevole

Indica qualsiasi strumento durevole e/o duraturo che permetta al cliente di memorizzare informazioni, a lui personalmente dirette, in modo che possano essere agevolmente recuperate durante un periodo di tempo adeguato, ai fini cui sono destinate le informazioni stesse e che consenta la riproduzione immutata delle informazioni memorizzate.

Tasso di cambio di riferimento

Si intende il tasso di cambio che è utilizzato come base per calcolare un cambio valuta e che è reso disponibile dal fornitore di servizi di pagamento o proviene da una fonte accessibile al pubblico.

Tecniche di comunicazione a distanza

Tecniche di contatto con la clientela, diverse dagli annunci pubblicitari, che non comportano la presenza fisica e simultanea del cliente e dell’intermediario o di un suo incaricato.

Terze Parti (TPP)

Fornitore di servizi terzo, rispetto a quello presso cui l'utente detiene il proprio conto o servizio di pagamento, che è autorizzato ad avere accesso ai suoi dati bancari.

Tre D ovvero “3D Secure”

Si intende un protocollo di sicurezza che associa la carta ogniqualvolta il cliente debba effettuare un pagamento su un sito internet convenzionato 3D Secure a: i) un codice temporaneo OTP che verrà fornito all’utente, tramite sms, sul dispositivo mobile associato al numero di cellulare precedentemente certificato dal cliente e collegato alla carta; ii) un codice di sicurezza chiamato “Nexi Key 6” che dovrà essere creato dal cliente prima dell’utilizzo della carta per acquisti online, quale elemento associato alla carta e conosciuto solo dal cliente stesso.

TUB

Indica il Decreto legislativo 1° settembre 1993, n. 385 - Testo Unico delle leggi in materia bancaria e creditizia - e le s.m.i..

Tenuta conto

Servizio che prevede la gestione del conto da parte dell'intermediario, rendendone possibile l’uso da parte del cliente.

Unione Europea

Indica l’insieme degli Stati membri che attualmente aderiscono all’Unione Europea, nonché qualsiasi altro Stato che dovesse di tempo in tempo aderirvi.

Utente di servizi di pagamento o Utente

Si intende il cliente e/o il soggetto che utilizza un servizio di pagamento in veste di pagatore o di beneficiario, o di entrambi.

Valute E.E.A.”

Euro e altre valute di Stati membri e valute di altri stati appartenenti allo Spazio Economico Europeo.

Valute EXTRA E.E.A

Valute diverse dalle valute E.E.A..